Le verdure fantasia!

Verdure al sugo

Difficoltà☀️Facilissimo
Tempo⏱️30min
Costo💰💰Medio
FATTORE
L😍VE
❤️❤️
Tutti i parametri sono su base 5.
Il fattore “love” è il fattore WOOOW dell’amore. In pratica è quanto, secondo noi, questo piatto potrebbe fare colpo sulla vostra dolce metà. 

Le verdure fantasia sono il mio contorno preferito per tre semplici motivi: stanno bene con tutto, sono veloci e facili da fare e se dovessero avanzare sono ottime anche come condimento per la pasta.
Mi capita spesso di farle sia in estate che in inverno perché sono ottime sia calde che fredde. Provatele anche voi, vi lascio gli ingredienti qui sotto!

Ingredienti per 4 persone.
le verdure fantasia 1

Per preparare questo contorno ci vuole davvero poco e il risultato è garantito!
Per prima cosa puliamo e tagliamo tutte le verdure.
Una volta finito, in una padella antiaderente facciamo rosolare un pochettino di porro, (se preferite potete sostituirlo con della cipolla o del cipollotto fresco), con un filo d’olio.

le verdure fantasia 2

Quando il porro si sarà rosolato aggiungiamo tutte le nostre verdure e le saliamo a piacere. Mescoliamo e facciamo in modo che non si attacchino ma che si cuociano in modo uniforme.

le verdure fantasia 3

Ora aggiungiamo i pomodori datterini e un mezzo bicchiere d’acqua, mescoliamo e lasciamo cuocere a fuoco basso per 15/20 minuti ricordandoci di mescolarle di tanto in tanto.
Trascorso questo tempo il nostro piatto è pronto e non ci resta che servirlo accompagnato da una bella fetta di arrosto (la ricetta la trovate nella sezione secondi) e ricordatevi che se queste verdure fantasia dovessero avanzare potete sempre usarle come condimento per un bel piatto di pasta.

La pasta bi-colore!

Pasta con zucchine e pancetta

Difficoltà☀️Facile e veloce
Tempo⏱️30min
Costo💰💰Medio
FATTORE
L😍VE
❤️❤️
Tutti i parametri sono su base 5.
Il fattore “love” è il fattore WOOOW dell’amore. In pratica è quanto, secondo noi, questo piatto potrebbe fare colpo sulla vostra dolce metà. 
pasta bi colore con zucchine e pancetta

La pasta bi-colore l’ho pensata per chi, come Omar, non adora mangiare le verdure, ma con il pomodoro e un po’ di pancetta vi assicuro che nessuno saprà resistere!
Questo piatto è perfetto sia per i grandi che per i più piccoli quindi può davvero “salvarvi” la cena.

Vi lascio gli ingredienti qui sotto!
ingredienti pasta bi-colore con zucchine e pancetta
ingredienti per 2 persone
pasta bi-colore con zucchine e pancetta 1

La preparazione è molto facile: avremo bisogno di 3 fuochi contemporaneamente, quindi per prima cosa ci portiamo avanti mettendo a bollire l’acqua della pasta.
Nel frattempo in una padella anti-aderente mettiamo a soffriggere l’aglio con un filo di olio e iniziamo a tagliare le zucchine a fettine non troppo spesse.

pasta bi-colore con zucchine e pancetta 2

Quando l’aglio sarà dorato e la padella sarà calda aggiungiamo le nostre zucchine, saliamole a piacere e le facciamo rosolare.

pasta bi-colore con zucchine e pancetta 3

Quando inizieranno a colorarsi aggiungiamo un po’ d’acqua e le lasciamo cuocere per 15 minuti a fuoco medio.

In un’altra padella antiaderente rosoliamo la pancetta fino a che non diventa croccante.
Controlliamo di tanto in tanto l’acqua aspettando che arrivi ad ebollizione e dopo averla salata… Buttiamo la pasta!

Quando la pancetta sarà croccante al punto giusto, aggiungiamo la passata di pomodoro (io ho usato quella di datterino perché con le zucchine ci sta benissimo). Lasciamo cuocere il nostro sugo a fuoco basso per altri 5 minuti.

pata bi-colore con zucchine e pancetta 6

Una volta che la pasta sarà cotta uniamo il sugo alle zucchine

CONSIGLIO: prima di scolare la pasta teniamo da parte un cucchiaio di acqua di cottura e lo aggiungiamo alle nostre zucchine così ci aiuterà a mantenere il sugo bello compatto e a fare in modo che si leghi bene alla pasta.

pasta bi-colore con zucchine e pancetta 7

Ora non ci resta che mantecare la pasta e sederci a tavola per gustarci questo delizioso piatto!

L’onnipresente

Tiramisù

Difficoltà☀️ Facile e veloce
Tempo⏱️30min +2h di riposo in frigo
Costo💰💰Medio
FATTORE
L😍VE
❤️❤️❤️❤️Nessuno vi dirà di no!
Tutti i parametri sono su base 5.
Il fattore “love” è il fattore WOOOW dell’amore. In pratica è quanto, secondo noi, questo piatto potrebbe fare colpo sulla vostra dolce metà. 

Il tiramisù è il dolce che a casa nostra viene preparato per tutti i compleanni e i motivi sono semplici: piace a tutti e non richiede troppo tempo per prepararlo.
Abbiamo pensato di rinominarlo “L’onnipresente” proprio perché è un dessert che non può mai mancare, dalle tavolate tra amici alle cene al ristorante.

Vi lascio la ricetta qui sotto!

ingredienti per 8 persone
onnipresente tiramisù

Per prima cosa prepariamo la crema e quindi dividiamo i tuorli dagli albumi, vi consiglio di utilizzare delle ciotole abbastanza capienti. Successivamente aggiungiamo ai tuorli 4 cucchiai di zucchero e li montiamo con le fruste elettriche.

tiramisù l'onnipresente

Una volta montati i tuorli e lo zucchero aggiungiamo 500 gr di mascarpone e amalgamiamo bene il composto senza lasciare grumi.

tiramisù l'onnipresente

Montiamo a neve gli albumi con l’aiuto delle le fruste elettriche.

Incorporiamo gli albumi al nostro composto, e la crema è pronta!

tiramisù l'onnipresente

Ora prepariamo il caffè, indicativamente due tazze grandi, e lo lasciamo raffreddare per qualche minuto.
So che non è nella ricetta originale del tiramisù, ma io personalmente aggiungo un pochino di latte. Questa è un’ottima idea se avete bambini a cena o non vi piace troppo il sapore del caffè.

Nel frattempo prendiamo una teglia e stendiamo una piccola quantità di crema sul fondo.

tiramisù l'onnipresente

Ora siamo pronti ad assemblare il nostro tiramisù!
Immergiamo delicatamente i savoiardi nel caffè e disponiamoli nella teglia fino a ricoprirla tutta.

tiramisù l'onnipresente

Versiamo la crema cercando di stenderla in modo uniforme e andiamo avanti così facendo più o meno tre strati.

Non ci resta che metterlo in frigo e lasciarlo riposare per un paio di ore!

P.S. Prima di servirlo lo spolveriamo con un po’ di cacao amaro ed il gioco è fatto!

Trionfo di primavera

Pan di Spagna al cacao con panna e fragole

Difficoltà☀️ ☁️ 🌧
Tempo⏱️⏱️⏱️⏱️1h30
Costo💰💰💰Medio
FATTORE
L😍VE
❤️❤️❤️❤️Lascerà tutti a bocca aperta
Tutti i parametri sono su base 5.
Il fattore “love” è il fattore WOOOW dell’amore. In pratica è quanto, secondo noi, questo piatto potrebbe fare colpo sulla vostra dolce metà. 
Trionfo di primavera

La torta trionfo di primavera oltre a unire tutti i miei alimenti preferiti è un dolce soffice e fresco ottimo in tutte le occasioni. La preparazione è un po’ laboriosa ma il risultato finale vi farà sentire un po’ gli Ernest Knam di casa.

Non è una ricetta facile, lo so, soprattutto per la seconda parte, quella del….montaggio!
Resto a disposizione nel caso, contattami e ci sentiamo!

GLI INGREDIENTI 👇🏼

trionfo di primavera ingredienti
ingredienti trionfo di primavera torta panna fragole cioccolato

PROCEDIMENTO PER LA BASE

montiamo le uova

Per prima cosa dobbiamo preparare il pan di spagna, quindi dividiamo i tuorli dagli albumi e pesiamo 70 gr di zucchero che andremo ad unire agli albumi montati a neve.

aggiungi le uova

Quando gli albumi saranno montati possiamo aggiungere i tuorli uno per volta e con l’aiuto di una frusta li amalgamiamo al composto, ricordandoci di mescolare sempre dal basso verso l’alto.

aggiungi la farina

Setacciamo la farina e aggiungiamola gradualmente al composto mescolando sempre nello stesso verso.

trionfo di primavera chocolate

Facciamo la stessa cosa con il cacao amaro e aggiungiamo a filo l’olio (mescolate bene altrimenti l’olio non si amalgamerà all’impasto).

trionfo di primavera Pan di Spagna al cioccolato

Quando l’impasto sarà pronto lo versiamo in una teglia coperta da carta forno e lo mettiamo a cuocere per 15 minuti a 180 gradi.

NB. Usate la carta forno, non la stagnola, io l’ho fatto per emergenza

trionfo di primavera parte uno pan di spagna

Una volta cotto lo lasciamo raffreddare e lo dividiamo in 4 parti uguali. Io ho preso le misure con un metro per essere più precisa.

PER LA FARCITURA

trionfo di primavera mix panna fragola choco

Ora che il nostro pan di Spagna è pronto ci dedichiamo alla farcitura!

Montiamo la panna (io personalmente preferisco quella non zuccherata) con uno yogurt alla vaniglia, aggiungiamo le fragole a cubetti e le gocce di cioccolato. Una volta amalgamato bene il tutto andiamo a stendere la farcitura in modo uniforme sul pan di Spagna.

trionfo di primavera spirale di cioccolato e panna

Questo è il momento in cui il cielo inizia ad essere nuvoloso… armiamoci di concentrazione e una buona dose di manualità.
Prendiamo la prima striscia di torta, la arrotoliamo su se stessa e la posizioniamo al centro del piatto. Ora prendiamo la seconda fetta e la facciamo girare intorno alla base (se fate fatica perché la striscia risulta troppo lunga dividetela a metà, vi risulterà più facile) e andiamo avanti così per tutte le fette.
Se ci rendiamo conto che la torta è molle e fa un po’ fatica a stare su non dobbiamo preoccuparci perché la lasciamo riposare in frigo per 30 minuti e tutto si sistema.

trionfo di primavera decorazione dolciaria

Mentre aspettiamo che la torta si riposi montiamo la panna.
Trascorsa mezz’ora tiriamo fuori la nostra torta e con l’aiuto di una lingua di gatto e una saccapoche la decoriamo. Quando avremo finito di decorare la nostra creazione la rimettiamo in frigo fino a quando non sarà arrivato il momento di servirla… e finalmente potremo stupire tutti con il nostro CAPOLAVORO!

Paninoteca Birrificio il Bass

il bass

Zona Sesto Rondò, vicino alla metropolitana rossa, un po’ nascosto tra le vie, c’è il Bass, una paninoteca di altri tempi che ricorda un po’ il locale storico della serie Happy Days, arredato anch’egli interamente in legno con panche e grandi tavoli dove poter gustare ottime piadine e fragranti panini accompagnati da una buona birra. 

Il Bass è il luogo giusto dove andare con gli amici dopo una lunga giornata di lavoro per raccontarsi le novità senza doversi preoccupare di altro, just for fun.

Paninoteca il bass
paninoteca-bass
paninoteca il bass

(Immagini prese da TripAdvisor)

Tutti possiamo trovare il panino più adatto a noi considerando la vasta scelta di combinazioni: è possibile scegliere tra più di 15 pagine di menù e decine e decine di panini, piadine, focacce e bruschette, per questo motivo vi assicuro che nessuno rimarrà a stomaco vuoto.
Consigliamo di provare le bruschette, ce ne sono di tutti i tipi, dalla classica pomodoro e origano, alle più particolari come ad esempio miele e zola. Per non parlare dei panini, quello che vi consigliamo è il cosacco, lasciamo a voi il piacere di scoprire gli ingredienti.

Purtroppo l’entusiasmo cala per quanto riguarda i fine pasto, confezionati e non sempre disponibili pur essendo presenti nella lista dolci e l’accoglienza nel locale: un po’ fredda e anonima con attese infinite che superano abbondantemente il quarto d’ora negli orari di punta.
Vi consigliamo di portarvi avanti ordinando un buon tagliere di bruschette miste per iniziare, almeno ingannerete un po’ l’attesa.

Il prezzo è proporzionato a ciò che si mangia e quindi adatto a tutte le tasche, con 15€ a testa, birra, panino e tante chiacchiere tra amici!

Il nostro giudizio in breve:

La Cuenta7
Il Regno5,5
Ospitalità5
Qualietà8
Porcheggio4
armarsi di pazienza
Mrs. 👑6
Mr. 👑7
+0,5 per le bruschette
La guida alla tabella la trovi qui in fondo

Voto finale:

6

pasta à gogo

Pasta à gogo

Nella via parallela a corso Buenos Aires, troviamo Pasta à gogo, ristorante take away specializzato nel nostro piatto nazionale: la Pasta.
Presente in tutte le forme e accompagnata dai condimenti più popolari, pasta à gogo è l’ideale per un pranzo veloce e pratico.

Viene servito in un contenitore cilindrico di cartone, con una forchetta e un pezzo di pane per fare la classica scarpetta.

pasta a gogo locale
pasta a gogo takeaway
pasta a gogo milano
pasta a gogo food

(Immagini prese da TripAdvisor)

Oltre alla pasta, sono disponibili nei periodi freddi anche le zuppe.
Noi vi consigliamo di restare sul classico: una bella tagliatella al ragù o delle trofie al pesto, ideali per sentirsi un po’ a casa.

Le porzioni sono abbondanti e ben condite, il posto è piccolissimo, di fatti può ospitare 2, massimo 3 coppie, il che abbatte i costi di gestione e permette di avere dei prezzi onesti per quello che si mangia.

Il nostro giudizio in breve:

La Cuenta7
Il Regno6
Ospitalitàsosta troppo breve per poter giudicare
Qualietà7,5
Porcheggio6,5
parcheggio strisce blu
Mrs. 👑7,5
Mr. 👑7
La guida alla tabella la trovi qui in fondo

Voto finale:

7

Ristorante Pastificio MiScusi.. Adesso Pasta

Ristorante MiScusi

Dall’idea di due giovanissimi imprenditori italiani, il ristorante MiScusi, nato a Milano, conta ad oggi più di 10 locali sparsi nel nord Italia.

L’idea alla base è la pasta in tutte le sue varianti. In ogni tavolo, accanto ad una piantina di basilico fresco come centro tavola, troviamo un menù cartaceo da compilare con tutti gli ingredienti per creare la nostra pasta ideale.

miscusi milano
mi scusi
Miscusi
ristorante Miscusi
miscusiadessopasta

(Immagini prese dal sito ufficiale)

Potete sbizzarrirvi scegliendo pasta di ogni tipo e forma, condimenti più o meno ricercati e sfizioserie di ogni genere come la burrata campana, ideale topper del vostro piatto.

Noi siamo stati al Miscusi di piazza cinque Giornate. Il locale è arredato in modo semplice, con uno stile industrial con ambienti molti ampi e soffitti altissimi. Questo permette di avere molti posti a sedere, tuttavia, come rovescio della medaglia, c’è da dire che spesso è confusionario.
Il personale è professionale, gentile e non invadente.

L’acqua è sempre offerta dal locale, il prezzo è giusto, in linea con i ristoranti milanesi.

Concludendo, ci sentiamo di dire che è la versione made in Italy di una catena di ristoranti fresca e originale. Ciò di cui avevamo bisogno per allontanarci un po’ dal solito fast food americano.

Seguici nel nostro profilo Instagram per rimanere aggiornato con nuove recensioni!

Il nostro giudizio in breve:

La Cuenta6,5
Il Regno7
Ospitalità6,5
Qualietà7,5
Porcheggio5
Mrs. 👑7
Mr. 👑7
La guida alla tabella la trovi qui in fondo

Voto finale:

7

Da Mario pizzeria napoletana

Pizzeria Da Mario

Da Mario è la classica pizzeria napoletana, dove si può mangiare la tipica pizza con il cornicione e una bella sfogliatella.

Il locale, nell’hinterland Milanese (situato più precisamente a Cinisello Balsamo), è arredato in pieno spirito partenopeo: disegni di Totò sulle pareti, magliette dei più famosi giocatori del Napoli (non può mancare Maradona, giusto per citarne uno) e riproduzioni del Vesuvio rendono l’atmosfera verace e calorosa.

ristorante da mario
ristorante da mario
ristorante da mario

(Immagini prese da TripAdvisor)

Nel menù trovate tantissime varietà di pizza, dalle classiche a base margherita a quelle più ricche, come la pizza Maradona: mozzarella, bufala, salame piccante, provola affumicata, patate al forno e basilico, insomma, è la pizza leggera che ogni calciatore mangerebbe prima di una partita. Per tutti gli altri che amano lo sport ma solo come spettatori, c’è la possibilità di vedere la partita in due maxi-schermi posti sulle pareti del ristorante.

Sopra ogni pizza c’è una piccola mozzarella di bufala come decorazione, cosa apprezzata visto che si sente la genuinità del prodotto fresco.

I dolci sono fatti in casa, la maggior parte dei quali rispettano la tradizione napoletana. Abbiamo la sfogliatella, le delizie al limone i babà e la caprese, le abbiamo provate tutte (e l’abbiamo fatto per voi, non per gola, giuro…) e ve le consigliamo caldamente.

I prezzi sono leggermente sopra la media rispetto le pizzerie della zona, forse dovuto al fatto che è un punto di incontro stabile da diversi anni a questa parte.
Lo consigliamo per un’abbondante cena tra amici.

Ps. Lasciare il cornicione nel piatto è come pugnalare il povero pizzaiolo, fidatevi di noi: mangiatelo e nessuno si farà male!

Il nostro giudizio in breve:

La Cuenta6
Il Regno6,5
Ospitalità6
non sempre attenti
Qualietà8
Porcheggio6,5
Mrs. 👑8
pizzeria preferita
Mr. 👑6,5
La guida alla tabella la trovi qui in fondo

Voto finale:

7

Osteria pugliese della pasta e fagioli

osteria Pasta e Fagioli

Puglia. E’ questa la parola chiave quando si entra da osteria Pasta e Fagioli. Buon umore, semplicità e specialità pugliesi, contraddistinguono questo ristorante in via Venini (Zona Pasteur) a Milano.

Arredata come un’osteria, il locale non promette cose che non può mantenere: piatti semplici, descritti senza giri di parole, aperitivi self service con ampia scelta di verdure, mozzarelle e taralli. Tutto quello che serve per una rumorosa e allegra serata in compagnia.

osteria pasta e fagioli
osteria pasta e fagioli
osteria pasta e fagioli
osteria pasta e fagioli

(immagini prese dal sito ufficiale)

Vi consigliamo di provare la pasta con i ceci, le orecchiette con il sugo di carne e la carne di cavallo. Piatti che, per chi è del sud, ricordano casa.
I dolci sono fatti in casa, tutti buonissimi, ma una nota di merito va al pasticciotto.

I prezzi sono buoni in linea con le premesse che ci siamo detti, vi lasciamo il link al loro sito dove potrete vedere tutte le novità e le promozioni in corso.

Il nostro giudizio in breve:

La Cuenta7
Il Regno6
Ospitalità8
Qualietà7
Porcheggio3
siamo sempre a Milano
Mrs. 👑7
Mr. 👑6,5
La guida alla tabella la trovi qui in fondo

Voto finale:

6 ½

Ristorante panoramico Maio

Ristorante Maio

All’ultimo piano dello storico palazzo che ospita la Rinascente Duomo di Milano, il ristorante Maio è stata una piacevolissima scoperta.
Ci aspettavamo il tipico ristorante della novelle cuisine dove mangi poco e spendi tanto, invece abbiamo trovato una cucina tradizionale rivisitata in chiave moderna.

Il ristorante è molto formale, con questa magnifica terrazza all’aperto che si affaccia sul lato destro del Duomo, è il luogo ideale per aperitivi post lavoro con lo “champagne-bar” dedicato o una cena galante e principesca.

ristorante maio
ristorante maio
ristorante maio
ristorante maio

(immagini prese dal sito ufficiale)

ristorante panoramico maio

Avendo Omar prenotato per il nostro anniversario ci hanno sorpreso dedicandoci un dessert personalizzato, pensiero davvero gradito, qui ho raccontato di quella sera.
Inutile dire quanto ogni singola portata sia stata apprezzata dagli occhi e dal palato, bilanciati entrambi nei minimi dettagli.
E’ stata una cena diversa dai sapori nuovi, inaspettati come un risotto al mirtillo sfumato al vino rosso.

Il prezzo è l’insieme tra cibi buoni e vari, il personale preparato, e la vista suggestiva. Alto.
Ci torneremo volentieri per gustarci una cenetta vista duomo e per assaggiare il nuovo menù che ci ha creato grandi aspettative.

Il nostro giudizio in breve:

La Cuenta7
50/60€ pax
Il Regno8
Ospitalità8
Qualietà8
Porcheggionon pervenuto
esiste in duomo?
Mrs. 👑8
Mr. 👑8
La guida alla tabella la trovi qui in fondo

Voto finale:

8